La Giornata Nazionale sul Servizio Civile a radio ANMIL

Roma 16 dicembre 2021 – L’esperienza del Servizio Civile ha interessato in Italia circa mezzo milione tra ragazzi e ragazze. Una straordinaria esperienza a contatto non solo con l’avviamento ad un qualche tipo di attività che poi potrebbe trasformarsi in occupazione, ma il contatto con la realtà viva del Bel Paese tra i neo maggiorenni e gli under 30.
Nella Giornata nazionale dedicata al Servizio civile Radio Anmil ha voluto fare il punto invitando alcuni protagonisti come Licio Palazzini, presidente del Cnesc (Conferenza nazionale enti per il Servizio civile), Concetto Iannello Direttore generale del Patronato ANMIL, Diego Cipriani Responsabile dell’Ufficio Servizio civile della Caritas Italia e Riccardo Todaro esperto del Patronato ANMIL.
Il Servizio Civile si trova a un punto di svolta. Il grande apporto dato nel corso della pandemia e il ruolo svolto da quasi cinquanta anni come una grande agenzia di formazione al lavoro e a sostegno dei più fragili, seppur vengono riconosciuti a livello politico nella sostanza, c’è una certa distanza tra i progetti effettivamente svolti e quelli sulla carta. La differenza la fa la disponibilità delle risorse che lo Stato eroga. L’interesse dei giovani, insomma, c’è ed anche il risultato. Quello che manca è un dispiegamento effettivo delle potenzialità: le richieste superano di poco le ottantamila unità. E questo a fronte di appena 55mila impieghi effettivi.
Tutti i soggetti che partecipano all’esperienza del Servizio civile, intanto, hanno lanciato un appello al Governo affinché si possa migliorare la situazione a partire da una maggiore certezza di fondi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.