Il racconto dello svolgimento delle celebrazioni per la 69ª Giornata Nazionale

A PALAZZO GAZZOLI LA MANIFESTAZIONE LOCALE ORGANIZZATA DALLA SEDE ANMIL DI TERNI

Domenica 13 ottobre l’ANMIL è stata celebrata in tutta Italia la 69ª edizione della Giornata per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e sono stati organizzati eventi in tutte le città cui hanno preso parte le massime istituzioni in materia per confrontarsi sui dati relativi al fenomeno infortunistico e su cosa è necessario fare per una maggiore sicurezza sul lavoro.
La manifestazione svolta dalla Sede territoriale di Terni ha previsto la deposizione della corona di alloro presso il monumento dedicato alle Vittime del Lavoro in Piazzale Bosco, un corteo per le vie della città accompagnato dalla Banda Musicale Filarmonica di Avigliano Umbro, dai gonfaloni delle Pubbliche amministrazioni e dalle bandiere associative.  La cerimonia civile, tenutasi a Palazzo Gazzoli e presieduta dal Presidente Territoriale di ANMIL Terni, Cav. Giovanni Baccarelli, ha visto la partecipazione del Capogruppo in Consiglio Regionale dell’Umbria, Dott. Francesco Filipponi, del Consigliere  della Provincia di Terni Avv. Federico Novelli, del Sindaco del Comune di Terni, Dott. Leonardo Latini, del Funzionario Socio-educativo della Direzione territoriale di INAIL Terni Dott. Paolo Righetti, del Direttore Sanitario dell’Asl2 Dott. Camillo Giammartino, della Comandante della Polizia di Stato di Terni, Dott.ssa Katia Grenga, del Capitano della Finanza di Terni Cap. Andrea Longo, del Maresciallo dei Carabinieri Cesare Pesciaroli, del Sindaco del Comune di Monteleone d’Orvieto Dott. Angelo Larocca, dell’Assessore ai lavori Pubblici del Comune di Avigliano Daniele Gentili, del Vicensindaco del Comune di Montecastrilli, Dott.ssa Benedetta Baiocco, del Presidente del Consiglio Comunale di Narni Giovanni Rubini, del Vicesindaco del Comune di Porano Fabrizio Bonino, del Sindaco del Comune di Orvieto Dott.ssa Roberta Tardani e del rappresentante della C.G.I.L Dott. Alessandro Rampiconi.
Il Presidente Baccarelli afferma che stiamo vivendo un momento purtroppo decisamente negativo per il fenomeno infortunistico: lo scorso anno sono stati denunciati all’INAIL oltre 645.000 infortuni, di cui 1.218 mortali. Gli incidenti mortali sono aumentati, rispetto allo scorso anno, di ben il 6%, con una media di oltre 3 morti ogni giorno. Un bollettino che sta proseguendo, con la stessa gravità, anche nel 2019. Senza dubbio dobbiamo fare di più per aumentare e migliorare controlli e sanzioni, ma a monte, e in attesa che questo auspicabile obiettivo possa realizzarsi, dobbiamo lavorare a fondo sulle coscienze e sulla cultura della sicurezza, attraverso azioni immediate che potrebbero essere coordinate dall’INAIL, in qualità di garante della salute e sicurezza dei lavoratori.
Innanzitutto, il Presidente Baccarelli crede sia urgente la promozione di una forte campagna di sensibilizzazione a livello nazionale. Iniziative come quella dell’ANMIL, pur positive ed utili, rappresentano solo un piccolo contributo all’informazione sul tema degli infortuni e delle malattie professionali, ma non possono sostituirsi a messaggi di più ampio respiro che solo la voce autorevole delle nostre Istituzioni può efficacemente veicolare. Allo stesso tempo, la sensibilizzazione dovrebbe essere rivolta direttamente alle aziende, attraverso un piano straordinario che preveda anche il coinvolgimento di volontari in qualità di consulenti, che possano fornire un aiuto vero, partecipato e di impatto, che vada oltre l’assolvimento delle norme e la regolarità burocratica, specialmente nei mancati infortuni che si verificano nell’azienda.
Da subito, sostiene il Presidente Baccarelli, dobbiamo lavorare per il rafforzamento delle iniziative di formazione e informazione nelle scuole di ogni ordine e grado, al fine di integrare in ogni attività scolastica specifici percorsi formativi interdisciplinari alle diverse materie volti a favorire la conoscenza delle tematiche della salute e della sicurezza, in attuazione di quanto previsto dall’articolo 11 del decreto 81/2008. Vista la presenza alla Giornata di numerosissime autorità istituzionali il Presidente Baccarelli coglie l’occasione per sottoporre all’ attenzione di tutti la sua proposta di inoltrare agli Istituti Comprensivi del suo territorio la richiesta di inserire 1 ora di lezione al mese, durante la quale trattare il tema della prevenzione e della sicurezza sul Lavoro. La proposta ha riscontrato enorme consenso da parte di tutte le autorità presenti, che hanno deciso di aderire all’iniziativa impegnandosi tutti al fine di promuoverla, ognuno nel proprio ambito, e di metterla in atto quanto prima.
L’ Avv. Federico Novelli, Consigliere della Provincia di Terni, interviene affermando di accogliere positivamente l’invito del Presidente Baccarelli e ritiene indispensabile portare avanti lo sforzo di diffondere la cultura della consapevolezza e l’attenzione verso tematiche così importanti.
Il Sindaco del Comune di Terni, Dott. Leonardo Latini, pone l’accento sulla funzione di sensibilizzazione verso le tematiche della Sicurezza e Prevenzione nel mondo del Lavoro che la nostra Associazione svolge, accoglie pertanto di buon grado la proposta di fare una campagna d’informazione rivolta ai giovani.
Il Direttore Sanitario dell’Asl2 Dott. Camillo Giammartino interviene sottolineando la mancanza di personale necessario per garantire controlli più efficienti e sostiene che gli incidenti avvengono dove il lavoro è precario, dove quindi non c’è formazione, da qui l’impegno   a sostenere la proposta del Presidente Baccarelli.
La Comandante della Polizia di Stato di Terni, Dott.ssa Katia Grenga fa una riflessione sul concetto di incidente, che non è mai una fatalità, è un evento che va combattuto a tutti i livelli, è necessario attuare un percorso di formazione e ha ribadito pertanto l’importanza dell’iniziativa proposta da Baccarelli, informando i presenti che nella Scuola è già in atto un programma di informazione rivolta ai ragazzi delle Scuole di vario grado in merito alla Sicurezza Stradale, che potrebbe essere allargato alle tematiche della Sicurezza e Prevenzione nel mondo del Lavoro.
Prende la parola il rappresentante della C.G.I.L. Alessandro Rampiconi il quale evidenzia la mancanza nelle campagne elettorali attuali di proposte, come quelle indicate dal Presidente Baccarelli, relative alle tematiche quali la Sicurezza e Prevenzione nel mondo del Lavoro.