La 31ª Giornata Regionale ANMIL celebrata nella sede della Regione Lombardia

24 maggio 2021 -Da trent’anni l’ANMIL Lombardia organizza in  primavera una Giornata sul proprio territorio, scegliendo una delle dodici province per questa importante quanto sentita commemorazione.
Come oramai si sa, il Covid-19 ha imposto di rivedere e riorganizzare il nostro modo di lavorare e di gestire eventi e manifestazioni celebrative.
Ma per la forte volontà di tutte le sedi ANMIL territoriali, nel pieno rispetto delle misure di prevenzione, lo scorso 18 maggio siamo riusciti a mettere al centro la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori grazie alla disponibilità della Regione Lombardia che, prima della seduta di Consiglio Regionale, ci ha invitati per rappresentare tutti i lavoratori che in questi giorni a causa di eventi tragici accaduti nel territorio regionale hanno dimostrato che non si fa ancora abbastanza per combattere la piaga degli infortuni sul lavoro.
Infatti riteniamo che, oggi più che mai, la tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro debba unire e coniugare valori fondamentali per la dignità umana: il diritto alla salute, il diritto alla vita e il diritto al lavoro. 
A questa considerazione basata, purtroppo, su fatti che riguardano persone e non solo numeri, resta da risolvere un grande problema di natura culturale, collegato alla necessità di diffondere al meglio i contenuti di norme complesse in un mercato del lavoro molto frammentato e in continua evoluzione.
Durante la cerimonia si è voluto anche precisare l’impegno assunto dall’ANMIL per la formazione in materia di sicurezza sul lavoro, anche attraverso la partecipazione, in aula, della testimonianza diretta di alcuni nostri associati.
Infatti crediamo fortemente nel valore della testimonianza, perché il racconto di un lavoratore che ha subìto un infortunio può veicolare il messaggio in maniera più incisiva e smuovere coscienze e sensibilità di aziende e lavoratori affinché la prevenzione venga vista come un obiettivo raggiungibile se condiviso da tutti. 
Per questo ci auguriamo che la figura del “testimonial della sicurezza” abbia un proprio riconoscimento, così come il reinserimento lavorativo delle persone con disabilità da lavoro diventi un’opportunità per tutti e un lavoratore infortunato sia visto come una risorsa e non un peso, anche grazie all’impegno delle nostre Agenzie del Lavoro.
A tale riguardo, evidenziando l’importanza dell’ANMIL sul territorio lombardo, che è stata capace di portare questi temi all’attenzione del Consiglio Regionale, continueremo a dare concretezza alle nostre parole e con i fatti contribuiremo a portare avanti questi obiettivi.
Per questo ringrazio il Presidente del Consiglio Alessandro Fermi e il Vice Presidente della Regione Lombardia Letizia Moratti, per i loro interventi, con l’auspicio che le nostre testimonianze possano far comprendere quanto possa essere determinante portare avanti queste iniziative nei luoghi di lavoro.
Ringrazio il Vicepresidente Nazionale e Regionale Luigi Feliciani e il socio collaboratore del regionale Vito Caponetto, che ha portato con orgoglio il labaro regionale, e ancora il Presidente territoriale di Bergamo Giampaolo Maccarini, il Consigliere regionale di Brescia Enzo Gelmini, il Vicepresidente territoriale di Como Carmelo Agostino, il Presidente territoriale di Cremona Mario Calzi, il Presidente territoriale di Lecco Franco Longhi, il Presidente territoriale di Lodi Tiziano Giffanti, il Presidente territoriale di Mantova Giuseppe Cucarollo e il Vicepresidente Tiziano Pellini, il Consigliere regionale di Milano Giuseppe Aprile, il Presidente territoriale di Monza Giuliano Sironi, il Presidente territoriale di Pavia Walter Ferrari, il Consigliere territoriale Massimo Ganassa e il Presidente territoriale di Varese Antonio Di Bella che hanno partecipato portando con sé il labaro della propria provincia.
Un’ultima cosa mi preme ricordare ed è che il 23 maggio, in tutte le province lombarde, sono state depositate corone d’alloro presso i monumenti provinciali intitolati ai caduti sul lavoro.

Ringrazio ancora tutti per la buona riuscita di questo incontro.

Il Presidente Anmil Lombardia
Emilio Roberto Giacomelli