Presentazione del Progetto “Occupability” sull’inclusione lavorativa al Teatro Comunale di Catanzaro

Roma, 11 marzo 2024 – Una rappresentazione di recitazione, canto e musica a cura di protagonisti speciali, donne e uomini in cura ai servizi di salute mentale di Catanzaro che hanno ricoperto il ruolo di primi attori nello spettacolo teatrale ‘Liberi di dire no (decisi a vivere)’, è andata in scena lo scorso 9 marzo al Teatro Comunale di Catanzaro, quarta edizione di “Fiori Del Deserto”, quest’anno dedicata in modo ironico al tema delle dipendenze.
Durante la serata si sono alternate le performance artistiche con interventi di associazioni e rappresentanti delle istituzioni ed è anche stata l’occasione per ricordare il centenario dalla nascita di Franco Basaglia, psichiatra ispiratore della legge 180 e fautore della prima importante riforma psichiatrica in Italia.
Durante la serata è stato presentato il progetto “Occupability” – promosso da ANMIL, Autorità agenda urbana di Catanzaro, Lega Fibrosi Cistica, Ente nazionale sordi, Andel e Odv Ave Ama – mirato alla politica attiva e presa in carico multiprofessionale, finalizzato all’inclusione lavorativa di soggetti fragili attraverso la definizione di progetti personalizzati su modello Icf (classificazione internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute).
Lo spettacolo ha raggiunto subito il sold out.
Gli attori, sotto la direzione dell’attrice e a breve psichiatra Emanuela Calabretta, e del regista Egidio Gemelli, non hanno fatto mistero delle proprie fragilità; bravissimi nelle varie esibizioni, durante il percorso formativo, con il supporto dei volontari, hanno potuto sperimentare importanti valori come la coesione, la tolleranza e il rispetto reciproco.