“Sicurezza nelle scuole”: il progetto della Prefettura Vercelli con ANMIL

Roma, 22 aprile 2024 – La Prefettura di Vercelli presenta il progetto “Sicurezza nelle scuole”, presieduto dal Prefetto Lucio Parente, che verrà avviato nelle prossime settimane e coinvolgerà le classi del triennio di tutti gli istituti secondari di secondo grado della provincia di Vercelli fino al 2027.Il progetto mira a sensibilizzare gli studenti sui principi della sicurezza sul luogo di lavoro attraverso lezioni che analizzano esempi concreti, ampliando un format già avviato con successo negli anni 2018 e 2019.
Per realizzare questa iniziativa, è stato istituito il “Gruppo di lavoro per la sicurezza nei luoghi di lavoro”, coordinato dalla Prefettura, con la partecipazione di varie istituzioni e organizzazioni, tra cui l’ANMIL con Sergio Delgrossi, l’Ufficio Scolastico Provinciale, Spresal, l’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Biella-Vercelli, Inail, e molte altre.
Gli incontri iniziali, previsti tra aprile e maggio di quest’anno, coinvolgeranno le classi terze di quattro istituti secondari di secondo grado della provincia di Vercelli. A partire dall’anno scolastico successivo, il progetto sarà esteso anche alle classi quarte e quinte.
Ogni lezione coinvolgerà al massimo tre classi e avrà una durata di due ore e mezza. Dopo la proiezione di tre spot dell’Inail e una panoramica sulle finalità del progetto, gli studenti saranno divisi in tre gruppi guidati da rappresentanti di varie associazioni e istituzioni.
I gruppi assisteranno alla proiezione di sei filmati dedicati a diversi temi legati alla sicurezza sul lavoro, seguiti da dibattiti guidati dai tutor. Gli studenti saranno incoraggiati a commentare, discutere e individuare soluzioni alle problematiche presentate nei filmati.
Gli esperti aiuteranno gli studenti durante il lavoro di gruppo, consentendo loro di comprendere i diversi punti di vista e gli aspetti cruciali legati alla sicurezza sul lavoro. Al termine di ogni incontro, gli studenti potranno esprimere le loro valutazioni e suggerimenti tramite un questionario accessibile tramite smartphone.
Questo progetto, frutto della collaborazione tra diverse entità e istituzioni, si inserisce nel contesto delle iniziative volte a promuovere la cultura della legalità, con particolare attenzione alla sicurezza sul lavoro, tema di grande rilevanza sociale.