Gli incontri tra ANMIL Alessandria e l’Istituto C. Barletti di Ovada all’insegna della testimonianza

21 febbraio 2024 – Il 16 e il 21 febbraio ANMIL Alessandria ha parlato di prevenzione cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro agli studenti dell’Istituto Superiore C. Barletti di Ovada attraverso la testimonianza del Presidente ANMIL Alessandria Roberto Mandirola, il Consigliere ANMIL Alessandria Francesco Margaria e il Presidente ANMIL Piemonte Roberto Sardo.
Il Presidente Mandirola ha dichiarato: «Nel nostro paese si continua a morire a causa dell’insicurezza che vige nei luoghi di lavoro e la nostra missione prioritaria rimane quella di far riflettere gli studenti, i lavoratori del futuro, su un tema così importante, infatti, nonostante i dati INAIL dimostrino un calo delle denunce di infortuni rispetto al 2022, nel 2023 si registra un meno 16%, abbiamo comunque ancora una media di 2,9 morti al giorno, 200 nuove malattie professionali riconosciute al giorno e un infortunio ogni 53 secondi, sono ancora numeri inaccettabili, pertanto  ci sentiamo davvero chiamati in causa per fare la nostra parte per provare ad evitare almeno in parte tutte queste tragedie che cambiano drammaticamente le vite dei lavoratori e delle loro famiglie, ecco perché Anmil da tantissimi anni entra nelle scuole con le proprie testimonianze e con la sua competenza». E ha aggiunto: «Con l’Istituto superiore C. Barletti si è instaurato veramente un  ottimo rapporto di collaborazione infatti insieme alla prof.ssa Elisa Olivieri abbiamo concordato due giornate di incontri di sensibilizzazione sulla prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro con la presenza degli studenti delle classi: III Liceo Scientifico – III Liceo scientifico opzione Scienze Applicate – classi I II III IV e V Meccanica Meccatronica Energia –  classi I II III IV V Perito Agrario – classi I II III IV V Amministrazione Finanza e Marketing».
Gli incontro sono stati l’occasione per proiettare il video “I segni del mestiere – Testimonianze di sopravvissuti” tratto dal progetto fotografico del giovane
Lorenzo Campagnari, figlio di un Invalido del Lavoro che, con il patrocinio di ANMIL, ha messo in immagini denuncia sociale che mostra in maniera cruda e netta, ma sempre rispettosa, i segni lasciati indelebilmente sui lavoratori dalla noncuranza di norme, formazione e prevenzione delle regole di sicurezza sul lavoro da parte di aziende e addetti.
Il Presidente ANMIL Piemonte Sardo ha dichiarato: «Se si riuscisse a trasferire anche solo a qualche studente il valore della sicurezza e della prevenzione dei rischi, avremmo dato un senso alle nostre esperienze personali di invalidi sul lavoro ed al ruolo che, nostro malgrado, siamo stati chiamati a ricoprire».
Il Consigliere Margaria ha concluso: «Siamo onorati di essere stati coinvolti nell’organizzazione di queste giornate presso l’Istituto Superiore C.Barletti, perché è anche da questi incontri che può plasmarsi la coscienza del lavoratore di domani».