L’ANMIL Trieste all’evento delle Ferrovie dello Stato contro gli infortuni sul lavoro

Nella stazione di Trieste Centrale, il 5 novembre 2019, si è svolta la Giornata contro gli Infortuni sul Lavoro e le Malattie Professionali, organizzata dalla Direzione Trenitalia FVG. L’ANMIL Regionale, con il labaro, ha partecipato alla manifestazione con la delegazione, composta dal Presidente Romeo Mattioli, la dipendente Federica Di Meglio e i  Soci Carmela Flora e Gianfranco Vanchieri.
Il Presidente Mattioli, nel suo intervento, ha espresso il più vivo apprezzamento ai promotori e, in modo particolare, al ferroviere Giorgio Miotto, vera anima dell’importante incontro teso a sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sul triste fenomeno delle vittime e infortuni sul lavoro.
“Il problema – ha sottolineato il Presidente – ha assunto la forma di una vera emergenza nazionale con migliaia di vittime e infortunati e con enormi danni umani ed economici per tutta la comunità”.
Che fare per contrastare questa strage? Prima di tutto, ha detto Mattioli, bisogna puntare sulla diffusione della cultura della prevenzione e sicurezza nei posti di lavoro, sull’informazione e sulla formazione, sull’adeguamento delle strutture produttive alle norme antinfortunistiche, sul potenziamento e coordinamento dei controlli ispettivi.
Bisogna cominciare dalle scuole superiori ad attuare il protocollo d’intesa firmato tra la nostra Associazione e il MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca). Le norme ci sono, ma bisogna osservarle e finanziarle e soprattutto, per le scuole, l’INAIL, che nel suo ultimo bilancio ha registrato un positivo risultato finanziario ed economico, può e deve finanziare questa iniziativa. All’incontro, al quale era presente il Vice Presidente del Consiglio Regionale FVG, Francesco Russo, sono intervenuti, tra gli altri, Giorgio Miotto, RSPP FFSS, che ha brillantemente coordinato i lavori e fatto un interessante intervento, Giuliano Girotto, per la Società di mutuo soccorso Cesare Pozzo, Laura de Filippo, per l’INAIL, Diego Bravar, per Confindustria, Tristano Loseto, per Fincantieri, i proff. Corrado Negro e Gianrossano Giannini, per l’Università degli Studi di Trieste.

                                                                                                                               

       (Nella fotografia il ferroviere Giorgio Miotto presenzia, insieme all’ANMIL, alla deposizione della corona per i ferrovieri caduti)