4 maggio 2021 – Lo scorso 8 aprile ANMIL Lodi, sostenendo fortemente la cultura della parità e il rispetto delle lavoratrici e dei lavoratori, ha sottoscritto un Accordo territoriale contro le molestie sui luoghi di lavoro a Lodi. Tra i firmatari anche: l’Ufficio della Consigliera di parità provinciale, Assolombarda, gli ordini professionali dei Medici Chirurghi e Odontoiatri e dei Farmacisti, l’Ordine degli Ingegneri e quello dei Consulenti del Lavoro, ITL Milano-Lodi, Cgil Lodi, Cisl Lodi-Pavia, Uil Lodi. Con questo Accordo le parti si sono impegnate a collaborare per promuovere le disposizioni incluse nel testo verso le imprese, le lavoratrici e i lavoratori, anche tramite momenti di formazione all’interno dei luoghi di lavoro e un tavolo di monitoraggio coordinato dalla Consigliera di parità Venera Tomarchio con l’obiettivo di creare un piano di attività per informare, sensibilizzare e proporre azioni di prevenzione e contrasto della problematica attraverso la diffusione della cultura della parità nel Lodigiano. “Non abbiamo molti dati a disposizione in merito – ha spiegato la Consigliera a “Il Cittadino di Lodi” – e bisogna tenere conto anche del fatto che molte donne vittime di episodi simili spesso non sporgono denuncia, per evitare ripercussioni sul luogo di lavoro e si tratta di un tema che è rimasto ancora un po’ in secondo piano. Si parla molto, per esempio, del fenomeno di violenza domestica, mentre molestie e vessazioni sul luogo di lavoro non godono di altrettanta attenzione, eppure hanno un impatto significativo sulla vita delle donne che subiscono. In più, questo discorso è anche interessante per i datori di lavoro: più un ambiente infatti è sereno, più ci sarà produttività”.

Per saperne di più è possibile cliccare qui.