Un malato di tumore su 3 è in età lavorativa

Roma, 27 giugno 2023 – Un malato di tumore su 3 è in età lavorativa e oggi oltre un milione e 200mila lavoratori in Italia hanno avuto una diagnosi di tumore nella loro vita. Per le patologie oncologiche, così come per altre malattie gravi, non esiste però una normativa organica che tuteli i lavoratori malati, come invece è previsto per la tubercolosi. Lo ha illustrato la Federazione delle associazioni di Volontariato in Oncologia, in audizione in Commissione Lavoro della Camera, in merito alle proposte di legge sulla conservazione del posto di lavoro per persone con malattie oncologiche, invalidanti e croniche. “Il tema – hanno spiegato Elisabetta Iannelli e Francesco De Lorenzo, segretario generale e presidente della Favo – richiede un esame approfondito che si concluda con soluzioni normative adeguate all’evoluzione medico scientifica in materia di disabilità derivante da malattie gravi croniche o ingravescenti. È apprezzabile l’intento di introdurre e rinforzare forme di sostegno per i lavoratori con Partita IVA per i quali la diagnosi ed i trattamenti oncologici rappresenta un evento che pone a forte rischio la prosecuzione dell’attività lavorativa e che può essere causa di impoverimento e marginalizzazione sociale”. 

Fonte: Ansa