Uber, ventuno rider ammessi come parti civili

Roma, 22 gennaio 2021 – Ventuno rider sono entrati come parti civili, ammessi dal gup, nell’udienza preliminare a carico, tra gli altri, di Gloria Bresciani, imputata in qualità all’epoca di manager di Uber Italy nel procedimento per caporalato. Indagini del pm di Milano Paolo Sorari che, il 29 maggio, avevano portato il Tribunale a disporre, con un provvedimento mai preso prima nei confronti di una piattaforma di delivery, il commissariamento della filiale del colosso americano. Il gup Teresa De Pascale ha anche citato Uber Italy come responsabile civile. “Vogliamo essere lavoratori normali”, hanno detto ai cronisti 2 rider presenti in udienza.