Tutorial Inail prevenzione cadute lavoratori dall’alto

Roma, 17 ottobre 2022. In riferimento al quinquennio 2017-2021, le cadute dall’alto causano il 10% delle morti sul lavoro e il 4% di tutti gli infortuni lavoro-correlati.
I settori più coinvolti sono le costruzioni, il manifatturiero, il trasporto e il magazzinaggio, nei quali è concentrata la metà dei casi. Le lesioni più ricorrenti sono contusioni, fratture, lussazioni e ferite e le parti del corpo più colpite sono caviglia, colonna vertebrale, ginocchio, parete e cingolo toracico. Le donne coinvolte rappresentano circa il 25% del totale mentre la fascia di età 45-59 anni raggruppa la metà degli infortunati.
Alla luce di questo quadro, l’Inail ha pubblicato un video tutorial che fornisce indicazioni per il corretto utilizzo dei sistemi di protezione individuale nei lavori in quota, prendendo a riferimento le disposizioni di legge, la prassi amministrativa, le linee guida e le norme tecniche in materia.
In sette minuti sono descritti i principali sistemi di protezione individuale dalle cadute nei lavori in quota: dal ‘sistema di trattenuta’ (che impedisce la caduta dall’alto attraverso la limitazione del movimento dei lavoratori) al ‘sistema di arresto caduta’ (impiegato nelle fasi di montaggio del ponteggio). La seconda parte del video fornisce alcune raccomandazioni per la scelta e l’uso dei sistemi di protezione, evidenziando che è sempre preferibile scegliere un sistema che evita la caduta libera.
Si tratta di uno strumento utile per l’informazione e la formazione dei lavoratori circa i sistemi di protezione individuale e collettiva che, a seguito della valutazione dei rischi, devono essere adottati per i lavoratori esposti al rischio di caduta dall’alto.

(Fonte: Inail, 17 ottobre 2022)