Tutela INAIL estesa anche ai lavoratori dello spettacolo

Roma, 13 gennaio 2022 – Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, su proposta dell’INAIL, ha firmato nei giorni scorsi il decreto previsto dall’articolo 66 del DL n. 73 del 2021, convertito con legge n. 106/2021 (cd. decreto sostegni bis) contenente la riforma della previdenza dello spettacolo.
Arriva finalmente una svolta importante sul versante della salute e sicurezza dei lavoratori dello spettacolo in quanto l’articolo 66, al suo comma 4, estende l’obbligo di assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali presso l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL) anche per i lavoratori autonomi iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo. 
Attualmente l’obbligo era previsto solo con riferimento ai lavoratori subordinati e parasubordinati. Inoltre, per le fondazioni lirico sinfoniche l’obbligo assicurativo contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali riguarda anche il personale orchestrale.
In particolare, il decreto stabilisce le modalità di attuazione dal 1° gennaio 2022 dell’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dei lavoratori autonomi iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo e per le Fondazioni lirico sinfoniche.
Per adempiere all’obbligo, si legge all’art. 3 del provvedimento, saranno “tenuti al versamento all’INAIL del premio assicurativo i committenti e le imprese presso cui gli iscritti prestano la loro opera”.
Dopo la firma del Ministro Orlando, il testo è stato trasmesso al Ministero della Cultura e al Ministero dell’Economia, per la firma rispettivamente, dei Ministri Franceschini e Franco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.