Tre morti in provincia di Oristano, di Caserta e di Napoli

Roma, 14 luglio 2020 – Incidente mortale sul lavoro il 13 luglio ad Arborea, in provincia di Oristano. La vittima è un imprenditore di 71 anni. La dinamica della tragedia non è ancora chiara, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri, gli specialisti dello Spresal della Asl e i vigili del fuoco. Da quanto si apprende l’uomo stava lavorando nella sua azienda che si occupa della produzione di mangimi, in località Linnas, frazione di Arborea. L’imprenditore inavvertitamente è finito all’interno della macchina che separa le varie componenti dei mangimi. Per l’uomo non c’era più nulla da fare.

Nella stessa giornata, un operaio di 54 anni, Ciro Barile, è morto a Gricignano d’Aversa, in provincia di Caserta. L’uomo, dipendente di un’azienda di trasporti, è morto mentre stava effettuando operazioni di carico del camion. Secondo i primi accertamenti effettuati dai carabinieri, l’uomo è rimasto incastrato tra il portellone posteriore del mezzo e la pedana idraulica mobile, morendo sul colpo.

Anche Carinaro in provincia di Napoli il 13 luglio è stata protagonista di un terribile dramma: un operaio è morto mentre stava lavorando quando è stato schiacciato da un macchinario. Nonostante il tempestivo intervento dei sanitari del 118 per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Per ulteriori informazioni sul tema della sicurezza sul lavoro e sui servizi associativi
è possibile chiamare il Numero Verde ANMIL gratuito 800.180943,
che, a fronte delle grandi richieste pervenute, è stato ampliato
e ora è attivo dal lunedì al venerdì, con orario continuato, dalle ore 8.30 alle ore 18.00.

Consulta anche il sito del Patronato ANMIL

#infortunio #incidente #salvataggio #prevenzione #sicurezzasullavoro #Anmil #PatronatoANMIL #accident #accidentonthejob #saving #prevention #security