25 settembre 2019 – Grave infortunio sul lavoro ieri in un’azienda di Zibido San Giacomo (MI). Un operaio sarebbe rimasto schiacciato, ancora per cause in corso di accertamento, all’interno del capannone dove stava lavorando. Il 38enne è stato elitrasportato a Milano.
Alla KME di Fornaci (BS), un dipendente di una ditta esterna è caduto dal tetto di un capannone facendo un volo di 6 mt e procurandosi diverse fratture.
Ad aggiungersi ai due episodi sopracitati, a Soduno, nel locarnese, tre operai (uno svizzero e due italiani, tutti quarantenni) sono precipitati da un ponteggio mentre stavano pitturando la facciata di un’abitazione.
Tre incidenti in meno di dodici ore nel lodigiano: a Tavazzano, Massalengo e Zelo. Il primo ha coinvolto un operaio 36enne che ha riportato un trauma alla caviglia dovuto ad uno schiacciamento in una ditta che produce pallet. A Zelo Buon Persico, in una ditta di costruzioni, un 54enne ha subito l’amputazione di due falangi della mano. A Massalengo, un operaio si è schiacciato tre dita della mano mentre lavorava su di un muletto.

Vai all’archivio delle News