Tre anni fa la strage di migranti sulla statale per Foggia

Roma, 5 agosto 2021 – “I nostri 16 compagni braccianti, morti tre anni fa, sono deceduti per mancanza di dignità e sicurezza sul lavoro in una Repubblica fondata sul lavoro. Il 6 agosto alle 17 li ricorderemo, assieme a tutti i caduti sul lavoro, a Foggia”. È l’annuncio, sui social, dell’attivista sindacale e sociale Aboubakar Soumahoro, a nome della Lega Braccianti che, in diverse occasioni, ha chiesto di partecipare al Tavolo contro il Caporalato. Il 6 agosto di tre anni fa ci fu sulla statale 16 all’altezza dello svincolo per Ripalta un violentissimo scontro frontale. Un furgone con targa bulgara con a bordo tutti passeggeri extracomunitari, si scontrò frontalmente, ribaltandosi più volte, con un camion carico di farinacei. La scena che si presentò ai soccorritori fu raccapricciante. I corpi delle vittime erano stati proiettati anche a decine di metri di distanza mentre alcuni rimasero schiacciati all’interno del furgone che poteva contenerne al massimo otto. Erano molti di più naturalmente e tutti in piedi.