PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E News E Studenti deceduti, 200mila euro per i familiari

Studenti deceduti, 200mila euro per i familiari

Studenti deceduti, 200mila euro per i familiari

18 ottobre 2023 – Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato il decreto interministeriale 25 settembre 2023, concernente la definizione dei requisiti e delle modalità d’accesso al Fondo per i familiari degli studenti vittime di infortuni, nonché la quantificazione del sostegno economico erogato.
Il Fondo è stato istituito dall’articolo 17 del Decreto 48/2023 (Decreto Lavoro) al fine di erogare un sostegno economico ai familiari degli studenti delle scuole o istituti di istruzione di ogni ordine e grado, anche privati e comprese le strutture formative per i percorsi di istruzione e formazione professionale e le Università, deceduti a seguito di infortuni occorsi durante le attività formative, con esclusione degli infortuni in itinere.
Gli eventi ricompresi nella tutela sono quelli occorsi a decorrere dal 1° gennaio 2018. Il Fondo ha una dotazione di 10 milioni di euro per il 2023 e 2 milioni di euro annui a decorrere dal 2024.
Il decreto fissa quindi l’importo del sostegno economico in euro 200.000 per ogni infortunio mortale, cumulabili con l’assegno una tantum corrisposto dall’INAIL per gli assicurati.
I familiari superstiti aventi diritto sono:

  • Il coniuge superstite, anche sperato;
  • I figli legittimi, naturali, riconosciuti o riconoscibili e adottivi;
  • In mancanza dei precedenti, i genitori nonché fratelli e sorelle della vittima;
  • In mancanza dei precedenti, gli ascendenti di secondo grado.

In caso di concorso tra più aventi diritto le quote sono divise in parti uguali. Il sostegno economico è erogato dall’INAIL, previa istanza da presentare entro 90 giorni dal decesso. Per gli infortuni verificatisi prima dell’entrata in vigore del decreto (ma a decorrere dal 1° gennaio 2018) gli interessati devono presentare istanza entro 120 dalla data di pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale. Nelle more della predisposizione dell’apposito servizio telematico da parte dell’INAIL, la domanda va presentata a mezzo posta raccomandata o posta elettronica certificata.

 

 

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO