Siglato accordo tra Fondazione ANMIL e città di Reggio Calabria per la sicurezza sul lavoro

Reggio Calabria, 10 novembre 2021 – Divulgare iniziative di educazione e formazione/informazione sui temi legati alla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e valorizzare le competenze maturate dalla Fondazione ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) “Sosteniamoli Subito” all’interno delle strutture metropolitane deputate alla prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, sono le principali finalità del Protocollo d’Intesa stipulato tra la Fondazione e la Città metropolitana di Reggio Calabria e sottoscritto rispettivamente dal Presidente Francesco Costantino, dal Dirigente del Settore Politiche Sociali Stefano Catalano dietro decreto del Sindaco Giuseppe Falcomatà.
L’iniziativa è volta a prevedere l’integrazione delle competenze dei due firmatari in modo da rendere maggiormente incisiva la tutela della salute e della sicurezza dei cittadini, nonché di programmare azioni comuni efficaci per contrastare situazioni di rischio.
A tale scopo sarà data centralità alle figure professionali del Disability Manager, preposto ad affiancare le aziende per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità, e a quella del Testimonal/Formatore della sicurezza, che riveste un ruolo chiave nella formazione dei lavoratori, e del Promoter Legge 68/99, per il monitoraggio, il tutoraggio, le analisi gestionali e le azioni formative e di promozione.
Secondo l’accordo, la Fondazione si impegna a garantire interventi formativi, campagne di comunicazione e altre attività orientate a contrastare il rischio di infortuni sul lavoro e la prevenzione delle malattie professionali incrementando e fornendo il proprio valore aggiunto alle attività già previste dalla disciplina vigente in materia, aventi come beneficiari non solo i lavoratori e i datori di lavoro, ma anche i dipendenti della Pubblica Amministrazione, i quadri dirigenziali pubblici e privati e i piccoli imprenditori.
L’impegno da parte della Fondazione sarà concretizzato all’interno di un programma strutturato per obiettivi, che prevede tra le diverse attività: delle prove di evacuazione; un Seminario organizzato in collaborazione con la Città Metropolitana sul tema della sicurezza; l’istituzione di borse di studio per l’avviamento di stage a favore degli invalidi del lavoro grazie al coinvolgimento dell’INAIL e dell’ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro); la promozione e l’analisi dell’accessibilità della città e la realizzazione progettuale di un Museo dedicato alla storia degli infortuni sul lavoro.

Per saperne di più è possibile chiamare il numero verde gratuito 800 180 943