Sfruttamento e lavoro nero, 10 denunciati e 2 arresti a Prato

Roma, 16 marzo 2024 – Erano ben 46 i lavoratori irregolari , di cui 28 senza permesso di soggiorno, i lavoratori coinvolti nel caso di sfruttamento scoperto a Prato e che ha portato alla denuncia di 10 imprenditori e due arrestati. Anche in questo caso sono state irrogate sanzioni professionali per 107.000 euro in relazione a 37 prescrizioni, oltre ad una sanzione pecuniaria di 75.000 euro in materia di salute e sicurezza sul lavoro. È il risultato di una serie di ispezioni effettuate a Prato su 16 aziende manifatturiere del tessile e dell’abbigliamento gestite da cittadini cinesi da parte di un gruppo di lavoro composto da ispettori del lavoro, carabinieri, ispettori della Polizia di Stato italiana e ispettori della provincia toscana, con la collaborazione della Polizia Municipale.
L’ispezione in provincia di Prato rientra nell’ambito del progetto comunitarioAlt Caporalato”. I 10 imprenditori sono stati denunciato per diversi reati, tra cui sfruttamento, assunzione di lavoratori senza permesso di soggiorno e violazioni della sicurezza sul lavoro