Sei cantieri edili sospesi nel Reggiano

Roma, 26 marzo 2024 – Sei provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale e violazioni contestate sotto forma di sanzioni o ammende per un totale di 260.000 euro. È l’esito dei controlli in sette cantieri edili di Reggio Emilia e provincia, eseguiti dal nucleo operativo del gruppo carabinieri tutela lavoro di Venezia, coadiuvato dai carabinieri nel nucleo ispettorato del lavoro e delle compagnie di Reggio Emilia e Guastalla per prevenire gli infortuni sul lavoro.
In particolar modo, nel Comune capoluogo sono state sospese 2 imprese e riscontrate 15 violazioni per 90.000 euro di ammende per l’inadeguato montaggio dei ponteggi nonché le omesse verifiche per la messa a terra di impianti elettrici, attrezzature e funi delle gru.
A Montecchio Emilia sono state 2 le imprese edili sospese e 12 le violazioni verbalizzate per circa 120.000 euro, sempre per irregolarità dei ponteggi, ma anche per la mancanza di dispositivi antincendio e dei requisiti del piano operativo di sicurezza.
Sanzionato per inosservanza anche il Cse (coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione).
Infine, a Cadelbosco di Sopra, è stata sospesa un’attività imprenditoriale e sono state contestate 50.000 euro di ammende tra distacco eccessivo del piano di calpestio del ponteggio dalla muratura e criticità dell’impianto elettrico. Anche in questo caso è stato multato il Cse per omessa vigilanza.