Sciopero nel settore dei lapidei dopo l’ennesimo incidente

Roma, 29 ottobre 2020 – Uno sciopero di otto ore è stato proclamato per l’intera giornata del 29 ottobre nel comparto lapideo di Lucca e Massa Carrara dai sindacati Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil delle due province dopo l’incidente mortale costato la vita il 28 ottobre a un operaio di 59 anni, originario di Avenza (Massa Carrara) rimasto schiacciato da un mezzo durante un’operazione in galleria in una cava a Levigliani, nel comune di Stazzema (Lucca).
Si spiega in una nota congiunta dei sindacati: “L’altro giorno tre operai feriti sul lavoro tra Firenze e provincia, ieri un incidente mortale nel lucchese; è uno stillicidio soprattutto nei nostri settori, anche in Toscana bisogna fare di più per combattere la piaga degli incidenti sul lavoro, così non si può andare avanti, è inaccettabile. Occorre senso di responsabilità da parte delle imprese e occorrono più controlli da parte degli enti preposti. Invitiamo anche le istituzioni e la nuova giunta della Regione Toscana ad affrontare il problema”.
Intanto sia il Sindaco di Stazzema Maurizio Verona che quello di Carrara Francesco De Pasquale hanno annunciato il lutto cittadino il giorno dei funerali.
Cordoglio è stato espresso anche dall’Ugl il cui segretario Paolo Capone afferma: “Basta stragi silenziose sul lavoro, maggiore cultura della sicurezza”. “In Toscana si continua a morire di lavoro, una catena che non si riesce a spezzare”, le parole del vice-capogruppo regionale di Fdi Vittorio Fantozzi.

Per ulteriori informazioni sul tema e sui servizi associativi
è possibile chiamare il Numero Verde #ANMIL gratuito
🟢800.180943🟢,che, a fronte delle grandi richieste pervenute, è stato ampliato e ora è attivo dal lunedì al venerdì, con orario continuato, dalle ore 8.30 alle ore 18.00.
Consulta anche il sito del Patronato:
👉 https://www.patronatoanmil.it/

#compartolapideo #Lucca  #MassaCarrara  #sindacati #Fillea #Cgil#Filca #Cisl  #FenealUil