Savona, muore nella stiva della nave. Tre deceduti in un giorno

18 luglio ’19. Non ce l’ha fatta l’operaio di 44 anni caduto ieri dal tetto di un’abitazione di Varedo (Monza) e ricoverato in terapia intensiva all’ospedale San Gerardo di Monza. Rudi Asiatico, di Bergamo, a quanto emerso stava restaurando la sommità di una villetta, quando per cause ancora da accertarsi, è precipitato nel vuoto. Terminate le sei ore di monitoraggio una volta sopraggiunta la morte cerebrale, la famiglia ha dato l’autorizzazione all’espianto e alla donazione degli organi.
Un altro operaio  è morto questa mattina nel porto di Savona. L’uomo, che si trovava sul ponte di una nave ormeggiata negli Alti Fondali e ne stava pitturando una parte, è caduto finendo nella stiva dopo un volo di una ventina di metri. E’ morto sul colpo. I colleghi di lavoro hanno inscenato subito una protesta e i sindacati hanno indetto uno sciopero di 24 ore. 

Infine, un uomo di 39 anni di Vasto (Chieti) è morto in un incidente stradale avvenuto dopo le 13 a Torino di Sangro, in località Le Morge. L’uomo, operaio della Sevel, alla guida di una Fiat Punto si stava recando al lavoro quando al km 497 sulla Statale 16 Adriatica ha urtato una bisarca che aveva poco prima caricato  furgoni della Sevel dallo stabilimento di Piazzano di Atessa (Chieti).  Dall’inizio dell’anno sono morti 790 lavoratori (compresi i morti sulle strade e in itinere) di questi 378 lavoratori morti sui luoghi di lavoro 87 sono stati schiacciati dal trattore. 187 morti guidando questo mezzo da giugno 2018.