PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E News E Safety day, esperti e formatori a confronto

Safety day, esperti e formatori a confronto

Safety day, esperti e formatori a confronto

15 dicembre 2023 – Esperti, politici e formatori a confronto ieri, a Frosinone, in occasione dell’evento “Safety Day” dedicato alla sicurezza sul lavoro e organizzata dalla Società gasdotti Italia S.p.A. – secondo trasportatore di gas naturale nel Paese per estensione della rete – col patrocinio del Comune di Frosinone, dell’Asl e dell’ANMIL, che ha dato anche un supporto attivo.
Stando agli ultimi dati INAIL, nei primi 10 mesi del 2023 le denunce di infortunio nel Lazio sono state 33.714, mentre sono stati denunciati ben 73 infortuni mortali di cui 8 a Frosinone e 4.196 casi di malattie professionali a livello regionale di cui 1.142 a Frosinone.
“È chiaro che non basta una decisa azione di contrasto al fenomeno infortunistico imposta dalla legge, ma è necessario un cambiamento di mentalità che non releghi la tematica della salute e sicurezza ad un semplice obbligo normativo ma lo consideri un valore imprescindibile – ha dichiarato Roberto Loiola, amministratore delegato S.G.I. – Occorre promuovere azioni per sviluppare una “cultura” della sicurezza in tutti i luoghi di vita, di studio e di lavoro che scaturiscano dalla combinazione di diversi fattori: misure tecniche, misure organizzative, attività formative e attività non convenzionali di sensibilizzazione e promozione”.
In questo contesto anche l’arte si qualifica come uno strumento potente per sensibilizzare sulla sicurezza sul lavoro in modo non convenzionale. Gli artisti, con la loro creatività e la loro capacità di esprimere concetti complessi in modo visuale, possono infatti contribuire a far emergere la consapevolezza sui rischi legati al lavoro e a promuovere la cultura della prevenzione.
“Il diritto al lavoro e il diritto alla salute sono due valori su cui la nostra Costituzione è stata edificata: due pilastri, dunque, della nostra società e della coesione sociale stessa – ha detto il sindaco di Frosinone, Riccardo Mastrangeli – e la cultura della sicurezza e della tutela delle persone nell’ambiente di lavoro devono essere una priorità per le istituzioni, per le parti sociali, per le aziende e per le associazioni”.
“Siamo grati alla S.G.I. per aver voluto confidare sulla nostra collaborazione – ha aggiunto il presidente ANMIL, Zoello Forni – a conferma della fiducia verso il nostro operato volto alla promozione della sicurezza nei luoghi di lavoro attraverso le testimonianze delle vittime del lavoro che, per il loro impatto e la loro efficacia sono sempre più richieste da aziende e scuole”.

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO