Organizzata dalla Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con Invitalia, Lazio Innova e il Comitato Italiano Paralimpico e patrocinata da Inail, RomeCup2019 si è svolta presso l’ Università di Roma Tre – Facoltà di Ingegneria dal 2 al 4 aprile e si chiuderà oggi, venerdì 5, con una cerimonia nella sala della Protomoteca in Campidoglio.
Questa tredicesima edizione ha coinvolto circa 100 scuole provenienti da tutta Italia e numerosi rappresentanti del mondo accademico e imprenditoriale.
È stato il direttore generale dell’Istituto, Giuseppe Lucibello, ad aprire i lavori della kermesse durante il convegno di inaugurazione. Seminari, talk tematici di orientamento, contest creativi, performance e competizioni hanno dato seguito all’iniziativa. Durante la cerimonia conclusiva di oggi in Campidoglio, è prevista la premiazione dei “Giovani talenti italiani della robotica”, che spetterà di nuovo al direttore generale dell’INAIL.
In esposizione la prima protesi mioelettrica denominata “Inail-Ceca” nata da un progetto europeo del 1965, accanto alla nuovissima mano di derivazione robotica “Hannes”, che è stata presentata ieri 3 aprile da Emanuele Gruppioni dell’area ricerca del Centro Protesi INAIL, Matteo Laffranchi dell’ ISTITUTO ITALIANO DI TECNOLOGIA e Marco Zambelli, paziente sperimentatore.