Rivalutazione prestazioni economiche INAIL: pubblicati i decreti ministeriali + 4,9% dal 1° gennaio 2021

Roma, 3 novembre 2021Sono stati finalmente pubblicati nella sezione “Pubblicità Legale” del portale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, i Decreti del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali nn. 186 e 188 del 23 settembre 2021, concernenti la rivalutazione delle prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionale con decorrenza 1° gennaio 2021, per i settori agricoltura e industria/navigazione/infortuni in ambito domestico, di cui alla delibera n. 203 adottata dal Consiglio di amministrazione dell’INAIL in data 20 luglio 2021.
Dunque, a seguito della variazione del 12,47% tra la retribuzione media giornaliera dell’anno 2020 rispetto a quello del 2011 (ultimo anno in cui è scattata la rivalutazione salariale ai sensi dell’articolo 20 della legge 41/1986), tutte le rivalutazioni relative al costo della vita intervenute dall’anno 2013 all’anno 2020 sono state riassorbite, cosicché la riliquidazione al 1° gennaio 2021 risulta pari al +4,9%.
Si ricorda che, per le rendite riferite ad infortuni o malattie professionali verificatisi dal 25 luglio 2000, la suddetta percentuale di rivalutazione si applicherà solo alla quota di danno patrimoniale, mentre per la quota di danno biologico (che segue la rivalutazione ISTAT) per quest’anno non ci saranno aumenti.
Per le rendite riferite ad aventi precedenti il 25 luglio 2000, che sono invece interamente patrimoniali, la percentuale del 4,9% si applicherà all’intero importo.
Nei decreti sono riportati anche i nuovi importi che decorreranno dal 1° gennaio 2021: l’ Assegno per Assistenza Personale Continuativa (APC) è di € 574,59;l’ Assegno una tantum in caso di morte è di € 10.542,45.
Quanto all’Assegno di incollocabilità che segue invece la rivalutazione ISTAT, la somma mensile è confermata nella stessa misura vigente dal 1° luglio 2020 di € 263,37.
A questo punto, per l’effettivo adeguamento degli importi occorrerà che l’INAIL completi gli adempimenti tecnici necessari, ovvero i relativi conteggi, conclusi i quali le rendite potranno essere riliquidate con recupero di tutti gli arretrati maturati dal 1° gennaio 2021.

Per ogni necessità e chiarimento vi invitiamo a contattare il Numero Verde ANMIL 800.180.943.