15 ottobre 2020 – Il mese corrente è cruciale per tutti i percettori di Reddito di Cittadinanza che hanno iniziato a beneficiarne dall’aprile 2019.
Si prevede che 3 percettori su 10 smetteranno di ricevere il sussidio alla scadenza dei 18 mesi.
Tuttavia, se fosse necessario, per gli attuali beneficiari sarà possibile fare nuovamente domanda, ma bisognerà prima far passare un mese di tempo.
Recita, infatti, il decreto-legge. n. 4/2019: “Il Rdc è riconosciuto per il periodo durante il quale il beneficiario si trova nelle condizioni previste all’articolo 2 e, comunque, per un periodo continuativo non superiore a diciotto mesi. Il Rdc può essere rinnovato, previa sospensione dell’erogazione del medesimo per un periodo di un mese prima di ciascun rinnovo”.
La nuova domanda per il sussidio potrà essere presentata a partire da fine ottobre e, dopo aver superato le verifiche necessarie da parte dell’INPS, il Rdc potrà essere erogato entro la fine del mese successivo, dunque entro la prima metà del mese di novembre.

Per maggiori dettagli puoi consultare il sito di Patronato ANMIL