5 novembre 2019 – Il rapporto, aggiornato al 25 ottobre, e diffuso dal nuovo Osservatorio Asaps sugli ‘Incidenti rider food delivery’, riporta cifre drammatiche e che fanno riflettere. Nel 2019, sino ad ora, sono quattro i rider deceduti sul lavoro. Sei all’ospedale con prognosi riservata e altri 15 feriti più o meno gravemente. Le quattro vittime (a Bellaria, Bologna, Salerno e Messina) avevano tra i 21 e i 51 anni e guidavano scooter.
L’analisi, che si affianca ai 16 report già attivi promossi dall’Associazione sostenitori Polstrada, riguarda gli incidenti stradali gravi che vedono coinvolti i lavoratori che consegnano a domicilio il cibo prenotato attraverso piattaforme digitali.
Già nel 2018 l’Asaps aveva registrato tre decessi, a Bari, Pisa e Verona, mentre a un giovane fu amputata una gamba a Milano e un altro rider finì in prognosi riservata in provincia di Venezia.