Roma, 15 aprile 2021 – Al lavoro in sella alla bicicletta dopo aver sottoscritto un contratto di collaborazione (co.co.co), quando in realtà il loro ruolo era di veri e propri dipendenti. Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Modena ha individuato dodici rider irregolari, tutti legati a una cooperativa modenese che offriva, ricevendo le richieste via mail o messaggi telefonici, la consegna della spesa a domicilio per 2 o 5 euro in più rispetto al prezzo della spesa stessa. Ora la stessa si troverà a dover pagare una maxi sanzione da oltre 850mila euro.
Ai rider in questione, fanno sapere le Fiamme Gialle, veniva corrisposto uno stipendio in contante; secondo gli accertamenti i dodici ‘fattorini’ in bicicletta sarebbero stati impiegati per un ammontare complessivo di 1800 giornate lavorative, da qui la maxi sanzione per oltre 850mila euro alla cooperativa modenese.