Ricorso a #CIGO #Covid e accertamento lavoro nero a cura dell'Ufficio Salute e sicurezza ANMIL

Roma, 22 maggio 2020 – Sorto il dubbio relativo alla compatibilità della richiesta di cassa integrazione con causale #CIGO #Covid-19, disciplinata dall’articolo 19, D.L. n. 18/2020 – anche in relazione a dipendenti regolarizzati a seguito di accesso ispettivo – l’INL (Ispettorato Nazionale del Lavoro) ha chiarito che l’accesso ai trattamenti di integrazione salariale appare essere condizionato alla circostanza che il lavoratore sia stato assunto entro il termine del 17 marzo (termine che potrebbe essere peraltro oggetto di ulteriore estensione per effetto di provvedimenti normativi in corso di definizione).
In ragione di ciò, l’Ispettorato ha comunicato che non sembrano sussistere motivi ostativi alla concessione del trattamento della cassa integrazione #CIGO #Covid-19 per uno specifico caso riguardante il territorio di Caserta, in quanto, dal quesito prospettato, emerge che i lavoratori interessati dell’azienda ispezionata sono stati assunti, anche se ai fini della revoca del provvedimento di sospensione, il 31 gennaio 2020.

Per approfondire: Nota_INL_64

#lavoro #ricorso #ispezione #sicurezza #norme #legge #work #course #inspection #security #standard #law #lavoronero