Roma, 13 novembre 2020 – Un operaio di 23 anni è finito in rianimazione giovedì 12 Novembre. È caduto da 8 metri di altezza in un cantiere adibito alla costruzione di un essiccatoio, mentre stava lavorando per conto di una ditta esterna, nell’azienda di Valter Roana a Sant’Apollinare, alle porte di Rovigo.
Incidente sul lavoro a Novi (MO), dove anche qui un operaio è rimasto ferito.  L’uomo, un saldatore 55enne novese che era al lavoro presso la ditta Caba Scale, è caduto da un cestello elevatore che si trovava a oltre 2 metri e mezzo di altezza.
Ancora la caduta dall’alto per un altro operaio di 49 anni, rimasto gravemente ferito. La caduta è avvenuta da un rullo compressore che era diventato ingovernabile mentre stava asfaltando un tratto di strada a Sanremo. L’uomo ha riportato un politrauma e la centrale operativa del 118 ha allertato l’elisoccorso “Grifo”, a bordo del quale il paziente è stato trasferito all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure. Stando a quanto ricostruito, per motivi ancora da accertare il mezzo ha acquistato velocità in un tratto in discesa schiantandosi contro un cancello e finendo successivamente in un giardino sotto la strada.
Infortunio sul lavoro, sempre ieri, in un impianto produttivo situato sulla piana di Pasturo, in provincia di Lecco. L’incidente è avvenuto poco prima delle 15, vittima un dipendente 28enne trattato in ‘codice rosso‘. Sul posto ambulanza e automedica, quindi è intervenuto l’elicottero del 118 di Milano. Secondo le informazioni fornite dall’AREU, l’uomo ha subito un trauma da schiacciamento, con amputazione di un dito di una mano

#mortisullavoro  #incidentisullavoro  #anmil  #sicurezza  #sicurezzasullavoro