Rapporto INL, pochi controlli = poca sicurezza a cura di Franco D'Amico

La situazione della sicurezza sul lavoro sta diventando sempre più preoccupante. Nonostante, infatti, tutti gli indicatori macroeconomici (in particolare produzione ed occupazione) descrivano una fase di stagnazione se non di potenziale recessione per la congiuntura nazionale, non accenna ad arrestarsi la sequenza di lavoratrici e lavoratori infortunati e morti che ogni giorno insanguinano fabbriche, cantieri, strade e campagne del Belpaese. Nel Rapporto presentato pochi giorni fa dall’I.N.L. (Ispettorato Nazionale del Lavoro) relativo al primo semestre 2019, risulta infatti che il numero delle ispezioni effettuate in azienda è diminuito del 9% rispetto allo stesso periodo del 2018, quando erano state circa 88.000. Continua a leggere l’articolo