Piazza Fontana, a 39 anni di distanza il ricordo del Presidente Mattarella

12 dicembre 2018 – Il 12 dicembre del 1969 è per la città di Milano e per l’Italia intera una giornata tragica, sia per la morte di 17 persone tra cui diversi dipendenti che di civili, mentre erano agli sportelli della Banca Nazionale dell’Agricoltura. A distanza di 39 anni il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “In quel tragico pomeriggio del 12 dicembre 1969 un ordigno provocò a Milano, a Piazza Fontana, una strage immane e diede avvio a un attacco eversivo contro la Repubblica. Gli assassini spezzarono vite innocenti, gettarono nel dolore e nella sofferenza tante persone, colpite in modo fortuito per aggredire l’intera collettività, innescarono una spirale di terrore, per destabilizzare e far gravare per anni sulla nostra democrazia una minaccia, con ulteriori lutti, violenze, fratture. Il popolo italiano ha saputo sconfiggere gli eversori grazie alla propria unità e ai valori radicati nella sua storia, nella sua cultura, nella vita sociale, anche se il costo umano di questa battaglia di libertà e di civiltà è stato assai elevato”.