Non vedenti, arriva il bastone smart che dialoga con la città

Roma, 28 luglio 2021 – Si chiama LetiSmart il nuovo dispositivo a supporto delle persone con difficoltà visive ideato dal triestino Marino Attini, esperto in elettrotecnica ipovedente e sviluppato dalla SCEN, azienda leader nel mondo della prototipizzazione snella con microcomponenti elettronici. Adottato per la prima volta a Trieste, permette alle persone prive della vista di muoversi in autonomia nello spazio, orientarsi e interagire con l’ambiente urbano. Un minuscolo microchip di appena 8 grammi, applicato al tradizionale bastone bianco, lo mette in comunicazione con mezzi pubblici e semafori e aiuta la persona con problemi visivi a orientarsi in scuole, uffici e lavori in corso. Si tratta di un sistema all’avanguardia che può essere collocato in punti nevralgici come incroci, semafori, fermate dell’autobus, uffici, negozi, ma anche uffici turistici, ospedali e scuole. Il dispositivo è stato applicato per la prima volta nella città di Trieste dove è stato ideato e sviluppato ma, per volontà dell’Unione Nazionale Ciechi e Ipovedenti (UICI), è in partenza una sperimentazione su scala nazionale in seguito alla sottoscrizione di un accordo di compartecipazione per lo sviluppo con la SCEN.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.