Pensioni “Quota 100”: misura sperimentale in esaurimento

Roma, 24 Novembre 2020 – Come è già stato ribadito in più occasioni “Quota 100″ è una misura sperimentale che si esaurisce nel 2021. Ieri il presidente dell’INPS Pasquale Tridico, tuttavia, ha sottolineato che sono attivi alcuni tavoli tecnici con il governo “in cui si prospetta una uscita più morbida. L’idea è di avanzare per i lavoratori gravosi e usuranti delle possibilità di uscite anticipate” dal 2022. Questo è il sentiero, secondo il mio parere, su cui bisognerebbe muoversi. Insieme a quello di inserire una pensione di garanzia” per i giovani. E poi, a proposito del tema scottante delle prestazioni Cig non pagate ha detto che “rimangono fuori 3 mila persone”, considerando le domande più vecchie ancora in attesa, si tratta di “posizioni difficili su cui l’Istituto si sta concentrando. Posizioni che hanno il codice fiscale, l’Iban o l’inserimento di settimane sbagliate” e che “può darsi che non siano pagabili”. L’impegno dell’Istituto dall’inizio dell’emergenza Covid è di aver erogato direttamente 14,2 milioni prestazioni Cig.

 

#pensioni #quota100 #INPS