Pandemia, Speranza: sì allo scudo legale per i medici

Roma, 16 marzo 2021 – “Credo sia una richiesta giusta e comprensibile e che dobbiamo assumere nel più breve tempo possibile, penso che il governo debba lavorare nelle prossime ore per dare una risposta positiva a questa richiesta. Nelle prossime ore dovremo fare anche un confronto a livello di governo e da parte mia c’è la massima disponibilità”. Risponde così il ministro della Salute, Roberto Speranza, in occasione dell’evento ‘Online Talk Sanità – Strategie per la Riforma del Sistema e Vincere la Pandemia’, in merito alla richiesta di uno scudo legale da parte dei medici formulata dai medici.
Filippo Anelli, presidente di Fnomceo, Federazione degli Ordini dei medici, poco prima aveva sottolineato come “di fronte a un numero così importante di somministrazioni di vaccino”, e relativi effetti indesiderati avversi si palesi il bisogno di uno “sgravio di responsabilità sul piano penale”. Anelli propone di rimandare tutta la questione “a una responsabilità di carattere civile che può essere sempre esercitata nei confronti dell’azienda sanitaria”. “Si potrebbero così lasciare più sereni i professionisti-conclude Anelli- che non sono solo i medici ma anche gli infermieri”.