Nigeria, crolla una miniera 31 morti e 8 ancora dispersi

28 Dicembre 2021 – Sono almeno trentuno, al momento, i lavoratori morti nel crollo di una miniera d’oro in Sudan. Si sta scavando nelle macerie alla ricerca di altre otto persone. Si conta un solo sopravvissuto. Secondo quanto riferisce all’Afp Khaled Dahoui, direttore della compagnia pubblica di risorse minerarie del Kordofan occidentale, il sito è classificato come artigianale, quindi privo delle più elementari norme di sicurezza. Siamo nel territorio denominato al-Nohoud, 500 chilometri a ovest della capitale Khartoum, dove già quattro minatori sono morti in circostanze simili a gennaio 2021. Questi minatori erano dotati solo di strumenti artigianali come spesso accade nelle miniere del Sudan, che con 80 tonnellate all’anno si colloca come terzo produttore d’oro dell’Africa, dopo Sudafrica e Ghana. Negli ultimi dieci anni, tali scavi artigianali si sono moltiplicati in tutto il Paese, rappresentando attualmente l’80 per cento della produzione nazionale. Secondo le autorità, questo settore impiega circa due milioni di persone, minorenni ma anche loro familiari che aiutano a scavare o rompere pietre per estrarne l’oro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *