Roma, 20 aprile 2020 – A Golasecca in provincia di Varese, si è verificato nella giornata di oggi, in una ditta del posto, un infortunio sul lavoro ad una persona di 46 anni. La persona, di 46 anni, ha riportato un trauma agli arti inferiori ed è stato portato a Varese con un elicottero di AREU. La dinamica è ancora tutta da stabilire.

Un altro incidente sul lavoro, si è consumato il 19 aprile intorno all’una e mezzo in autostrada, sulla A1 all’altezza di Reggio Emilia. Un operaio di 32 anni, residente a Senigallia (Ancona), è morto dopo essere stato investito. L’uomo è stato travolto da un’auto in transito mentre stava svolgendo alcuni lavori in un cantiere per il rifacimento della segnaletica stradale nel tratto reggiano che porta al casello Campegine-Terre di Canossa, sull’Autosole, in direzione Bologna. Anche un altro suo collega, un 28enne, è stato coinvolto nell’impatto ed è stato trasportato in gravi condizioni all’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

Nella stessa giornata un altro infortunio si è verificato al porto di Santa Margherita Ligure. Un operaio di 37 anni,di origini tunisine è caduto dentro un cassone dentro il cantiere della diga distrutta durante la mareggiata del 2018. Il cantiere è un’opera pubblica e la ripresa del lavoro era stata regolarmente autorizzata nonostante il lockdown.

L’operaio, rimasto vigile e cosciente, è stato trasportato con l’elicottero dei vigili del fuoco all’ospedale San Martino per un trauma cranico e un trauma toracico. Indagini sono in corso da parte della capitaneria di porto e dei tecnici della Asl per ricostruire la dinamica dell’infortunio e se siano state rispettate le norme sulla sicurezza sul lavoro.