PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E News E Nella legge delega cambia la semantica della disabilità

Nella legge delega cambia la semantica della disabilità

Nella legge delega cambia la semantica della disabilità

25 gennaio 2024 – Nella Legge delega sulla disabilità ci sarà spazio per una “rivoluzione” culturale e semantica volta a cambiare il linguaggio destinato all’argomento e ad i suoi protagonisti. Saranno eliminate le parole handicap ed handicappato in ogni normativa e pratica burocratica, seguendo i dettami della Convenzione Onu che già aveva abolito tale terminologia. 
“Questo passaggio – commenta il Ministro Locatelli – è davvero importante, interviene direttamente sulla quotidianità perché viene visto tutti i giorni dai cittadini, negli uffici, dai funzionari e mi auguro che contribuisca a cambiare culturalmente l’approccio del linguaggio alla disabilità”.
Ieri è tornato a riunirsi l’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, di cui ANMIL è componente, in cui gli esperti coordinatori dei vari gruppi di lavoro hanno illustrato le Linee guida e le modalità di lavoro dei prossimi mesi.
Attendiamo come provvedimento “primo tra tutti – sempre seguendo le parole del Ministro – la stesura del Piano nazionale per le disabilità che sarà emanato dal Presidente della Repubblica”. Altra novità è la costituzione, all’interno dell’Osservatorio, del gruppo di lavoro ‘Donne e Violenza’ con l’obiettivo di prendere in carico, con proposte legislative e azioni mirate, il detestabile fenomeno della violenza verso le donne con disabilità.

 

 

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO