Muore precipitando nel vano dell’ascensore a Roma

28 novembre 2019 – Carmine Magnotta, portiere 64enne di uno stabile in piazza Santi Apostoli a Roma è morto ieri dopo essere precipitato nel vano dell’ascensore. Magnotta, secondo una prima ricostruzione della polizia, sarebbe morto sul colpo dopo un volo di sette metri. Per sbloccare l’ascensore sospeso tra il primo e il secondo piano, avrebbe azionato il dispositivo per aprire le porte e avrebbe provato a saltare, scivolando nel vuoto. Il palazzo di Piazza Santi Apostoli dove lavorava da decenni Magnotta è stato, tra il 1995 e il 2008, sede dell’Ulivo di Prodi e dell’Asinello di Parisi. La vittima era in buoni rapporti con gli esponenti politici di quella stagione, i quali si sono spesi in commenti ricordando il lavoratore.
“Con Parisi – ricorda Andrea Armaro, allora portavoce dei Democratici – Carmine aveva una stima profonda perché gli riconosceva una grande onestà intellettuale, oltre alla visuale politica di lungo respiro, la capacità di guardare oltre il dibattito quotidiano”.

4 thoughts on “Muore precipitando nel vano dell’ascensore a Roma

  • Merely wanna tell that this is very useful, Thanks for taking your time to write this.

  • I’m writing to make you be aware of what a cool discovery our child experienced studying yuor web blog. She picked up many details, with the inclusion of what it is like to have an amazing giving mindset to let many people just master chosen multifaceted subject matter. You undoubtedly did more than our own expectations. Thank you for churning out the great, dependable, revealing and also cool thoughts on this topic to Sandra.

  • I do not even know how I ended up here, but I thought this post was great. I do not know who you are but certainly you are going to a famous blogger if you aren’t already 😉 Cheers!

  • I have been surfing online more than 3 hours today, yet I never found any interesting article like yours. It’s pretty worth enough for me. In my view, if all web owners and bloggers made good content as you did, the internet will be a lot more useful than ever before.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *