Morto sul lavoro in provincia di Brescia e gravi infortuni

20 gennaio 2020 – Lal Manohar, operaio agricolo 51enne di origini indiane, è morto ieri in un incidente sul lavoro nell’azienda La Valbona di Castenedolo (Brescia).
Manohar è stato schiacciato da una porta scorrevole automatica. Il corpo è stato ritrovato dai colleghi. Vano ogni soccorso.
Incidente sul lavoro, fortunatamente non con esito mortale, sabato scorso a Cervignasco (Cuneo), dove un taglialegna si è amputato un braccio mentre era intento a lavorare nel terreno di sua proprietà. L’arto e il lavoratore sono stati traportati al CTO di Torino dove si è tentata la ricucitura dell’arto. Non si hanno, per il momento, aggiornamenti nel merito.
Questa mattina, presso il lanificio MTF di Follina (Treviso), un lavoratore è rimasto gravemente ferito ad una gamba incastrata sotto un rullo. Sembra che l’uomo sia rimasto impigliato con i vestiti in un macchinario per la cardatura senza riuscire a liberarsi.
Immediatamente elitrasportato in ospedale, l’uomo riversa in gravi condizioni.