Morti sul lavoro ad Alessandria e in prov. di Medio Campidano

 

11 settembre 2020 – Ieri a Sezzadio (AL), in un cantiere della prossima discarica di “Riccoboni”, ha perso la vita un uomo di nazionalità senegalese. Il malcapitato 63enne stava camminando dietro uno dei grandi camion in sosta quando è stato travolto da un mezzo. L’autista aveva iniziato la manovra di retromarcia dopo aver fatto rifornimento e, forse a causa di una distrazione, accidentalmente lo ha investito. È intervenuto l’elisoccorso sul posto ma ormai era troppo tardi.I Carabinieri hanno posto sotto sequestro il mezzo e indagano sull’accaduto.
Sempre ieri a Villacidro (VS), l’autotrasportatore Michele Murgia è morto tragicamente nel suo veicolo. L’uomo era nel mezzo in sosta sulla soglia di entrata e di uscita dei mezzi quando, ad un tratto, la trave del capannone è venuta giù, schiacciando la cabina del veicolo comprimendo anche il lavoratore. Dopo il tragico incidente, tutti i presenti si sono adoperati per cercare di tirar fuori l’uomo dalle lamiere ma, nonostante i loro sforzi, non c’è stato più niente da fare.
Le prime ipotesi sul crollo della trave parlano di un urto avvenuto tra il container del camion e una delle pareti del capannone, probabilmente la superiore. Le forze dell’ordine sono all’opera per ricostruire le cause e le dinamiche dell’incidente.

Per ulteriori informazioni sul tema e sui servizi associativi

è possibile chiamare il Numero Verde ANMIL gratuito 800.180943,

che, a fronte delle grandi richieste pervenute, è stato ampliato

e ora è attivo dal lunedì al venerdì, con orario continuato, dalle ore 8.30 alle ore 18.00.

 

Consulta anche il sito del Patronato ANMIL  

 

 

#incidentisullavoro #Villacidro #incidente #infortunio #Alessandria #Sezzadio #MedioCampidano