Morte sul lavoro nel veronese e gli infortuni avvenuti ieri

29 ottobre 2019 -R.I., un operaio moldavo di 25 anni, è morto nel pomeriggio di ieri sulle colline sopra Malcesine (Verona). Il giovane stava manovrando un bobcat, piccola macchina per movimentare la terra, nel cantiere edile nel quale stava lavorando, quando il macchinario si è piegato su un lato travolgendolo. Inutili i soccorsi giunti tempestivamente sul posto. Il lavoratore lascia un bambino di appena sei mesi.
Ad aggiungersi al tragico infortunio nel veronese, la stampa riporta notizia di due infortuni sul luogo di lavoro avvenuti ieri.
Un lavoratore 52enne è stato colto da un malore mentre si trovava all’interno di una cisterna in un’azienda vinicola di Cazzano di Tramigna (Verona) per sostituire una ventola. L’uomo è stato prontamente soccorso da un collega mediante una bombola di ossigeno riuscendo così a non perdere conoscenza sino all’arrivo dei soccorsi. Elitrasportato all’ospedale di San Bonifacio, l’uomo non è in pericolo di vita.
In un’azienda agricola di Terdobbiate, nel Novarese, una donna di 53 anni è rimasta schiacciata da una mucca. Le cause dell’infortunio sono in fase di ricostruzione. La donna ha riportato un trauma toracico ed è stata trasportata d’urgenza in una struttura ospedaliera di Novara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.