Moby Prince. Il 10 aprile 30 anni dalla strage. Lo speciale di Radio ANMIL

Il prossimo 10 aprile verrà celebrato l’anniversario della strage del Moby Prince, quest’anno una ricorrenza particolare perché coincide con il trentennale.
Era il 10 aprile 1991 quando nel porto di Livorno si è consumata la tragedia del Moby Prince, la nave traghetto guidata dal Comandante Ugo Chessa che si scontrò con la petroliera Agip Abruzzo e a seguito del successivo rogo morirono 140 persone, di cui 65 lavoratori marittimi e 75 passeggeri diretti ad Olbia, alcuni deceduti in itinere per lo svolgimento della loro attività lavorativa. Sono, trascorsi trenta lunghi anni di sofferenza e dolore, di estenuante e continua ricerca della verità, trent’anni di solitudine, e anche di troppi misteri non chiariti in sede processuale.
RADIO ANMIL NETWORK, in occasione di tale ricorrenza dedicherà la puntata delle ore 15.30 di Venerdi 9 aprile 2021 al ricordo delle vittime, con l’intento di diffondere una più puntuale conoscenza e condividere la volontà di arrivare a una verità definitiva come richiesto dall’opinione pubblica e, soprattutto, dai famigliari delle vittime riunite nelle due associazioni “10 Aprile” e “140 Familiari delle Vittime del Moby Prince”, che peraltro quest’anno riceverà un importante riconoscimento da parte del Comune di Livorno, la Livornina d’oro.
Interverranno alla trasmissione Stefano Di Bartolomeo, Presidente ANMIL Livorno, Luchino Chessa, figlio del comandante del traghetto Livorno-Olbia e presidente della “10 Aprile”, Nicola Rossetti, figlio di vittima del disastro Moby Prince e vice-presidente dell’associazione “140”, Raffaele Guariniello, già Procuratore aggiunto della Repubblica di Torino, Francesco Sanna, giornalista e autore di diversi libri-inchiesta, Alessandra Guarini, Legale ANMIL e Pasquale De Rosa, Ingegnere navale esperto in formazione.