Min. Calderone, in Italia ritardo culturale sicurezza sul lavoro

Roma, 15 aprile 2024 – “Nel nostro Paese manca ancora una cultura della sicurezza ed è su questo che dobbiamo lavorare”.
Così, in un’intervista alla Stampa, la Ministra per il Lavoro e le Politiche Sociali, Marina Calderone.
“La sicurezza sul lavoro – aggiunge – è una priorità di questo governo dall’inizio del mandato. Fra l’altro, abbiamo raddoppiato i fondi Inail per la prevenzione e la sicurezza, portandoli a un miliardo e mezzo di euro. Abbiamo aumentato il numero degli ispettori da 4 mila a 5.600, dotandoli di nuovi strumenti e incrementando del 40 per cento le ispezioni nel 2023 per poi raddoppiarle nel 2024”.
Per la ministra, “la sicurezza non può riguardare soltanto i luoghi di lavoro, ma tutti gli ambienti di vita: dalla casa alla scuola, dalla strada al cantiere e all’ufficio. C’è purtroppo in Italia un ritardo culturale riguardo alla sicurezza, che va colmato con l’educazione e la formazione continua”.