Locatelli su Decreto Disabilità: sperimentazione in 9 province

Roma, 22 aprile 2024 – “Questo decreto sulla disabilità è importante anche perché finalmente andiamo a modificare tutte le leggi ordinarie andando a rimuovere la parola handicappato e portatore di handicap sostituendole con persona con disabilità, e questo significa centralità della persona ma significa anche un accompagnamento concreto ad una svolta culturale, direi più civile del nostro Paese”.
Lo ha detto la Ministra per le Disabilità, Alessandra Locatelli, intervenendo ad un incontro su “Fragilità e comunità – prospettive per l’inclusione” a Lecce.
“Con questo decreto – ha dichiarato la Ministra Locatelli – introducendo il progetto di vita come strumento pratico per superare le estreme frammentazioni tra mondo sanitario, socio-sanitario e sociale, ci prendiamo cura e carico della persona con un accompagnamento globale perché tutti hanno diritto ad essere felici”.
“L’obiettivo finale è che venga garantito ad ogni persona un piano personalizzato come già previsto dalla legge 328 ma rafforzato da questo decreto attuativo che parla di progetto di vita che si concretizzerà con la sperimentazione in nove province in tutta Italia. La piena attuazione di questo decreto passa anche da una capillare formazione; con 20 milioni di euro partiremo con un processo di formazione che va dai Comuni alle Regioni, all’Inps, ma anche coinvolgendo gli enti del Terzo settore”. La Ministra ha poi proseguito dichiarando che “cambia la prospettiva, le persone non dovranno più andare a bussare a tante porte, ma nell’equipe multidimensionale si prende in carico la persona e si attivano direttamente i servizi, quindi una rivoluzione che va di pari passo con tutta la modifica della procedura del riconoscimento dell’invalidità civile semplificando e sburocratizzando il percorso”.
Per maggiori informazioni sull’approvazione del Decreto, clicca qui