PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

PER AGGIORNAMENTI, CONDIVISIONE E COMMENTI CI TROVI ANCHE SUI SEGUENTI SOCIAL

Home E News E Locatelli: con “Progetto di vita” valorizziamo le persone

Locatelli: con “Progetto di vita” valorizziamo le persone

Locatelli: con “Progetto di vita” valorizziamo le persone

Roma, 31 maggio 2024 – Con il decreto sul Progetto di vita, “attraverso l’inclusione, passiamo dal mero assistenzialismo alla piena valorizzazione delle persone”. Questo è il messaggio del ministro per le Disabilità, Alessandra Locatelli, inviato in occasione della cerimonia di presentazione del Barometro della Sclerosi Multipla e Patologie Correlate 2024, tenutasi alla Camera dei Deputati.
Il tema del Progetto di vita è “più che mai attuale perché siamo nel pieno della riforma”, ha sottolineato Locatelli. Il recente approvato decreto attuativo segna un grande traguardo che richiede non solo una sperimentazione iniziale in nove province, ma anche un significativo cambio di prospettiva. “Il nostro obiettivo è implementare il Progetto di vita per ampliare progressivamente il suo raggio d’azione e coprire tutte le province”.
Il ministro ha espresso l’augurio che il Progetto di vita, fulcro della riforma della disabilità, diventi un modello anche per altre aree di intervento come la formazione, il lavoro, e la vita ricreativa e sportiva.
“Questa riforma non riguarda solo il miglioramento delle condizioni di vita delle persone con disabilità, ma anche la creazione di una società più inclusiva e attenta ai bisogni di tutti”.
Locatelli ha evidenziato l’importanza di un cambio di prospettiva: “Non si tratta solo di fornire assistenza, ma di riconoscere e valorizzare le capacità e i talenti di ogni individuo, promuovendo una piena partecipazione alla vita sociale e lavorativa”.
Questo nuovo approccio, basato sull’inclusione e la valorizzazione, è visto come un passo fondamentale per superare il tradizionale assistenzialismo.
Il decreto attuativo del Progetto di vita prevede una prima fase di sperimentazione in nove province, scelta strategica per testare l’efficacia delle nuove misure. “Successivamente, l’obiettivo è ampliare il progetto a livello nazionale, garantendo che ogni persona con disabilità possa beneficiare di questo nuovo approccio integrato”, ha spiegato il ministro.
Concludendo il suo messaggio, Locatelli ha auspicato che la riforma possa “dare una traccia e un orizzonte innovativi” per la gestione delle disabilità in Italia. “Il nostro impegno è quello di creare un sistema che non solo supporti, ma che realmente valorizzi le persone, riconoscendo la loro dignità e il loro contributo unico alla società”.
La cerimonia di presentazione del Barometro della Sclerosi Multipla e Patologie Correlate 2024 ha offerto l’occasione per riflettere su questi importanti temi e per ribadire l’impegno del governo verso una società più equa e inclusiva.

La Rete ANMIL

SCOPRI IL NOSTRO 5 X 1000

COME UTILIZZIAMO IL VOSTRO SOSTEGNO