5 settembre 2019. Un marittimo straniero dell’ equipaggio di una nave da crociera ormeggiata alla banchina 47 nel porto di Livorno è caduto in mare questa mattina, per cause ancora al vaglio della capitaneria, e non è più riemerso. Sul posto sono intervenute le motovedette della capitaneria e mezzi navali dei vigili del fuoco con sommozzatori che hanno avviato le ricerche del disperso. Il recupero del corpo da parte dei sommozzatori dei vigili del fuoco è avvenuto dopo alcune ore. A lanciare l’allarme intorno alle 11,45 è stato il comandante della nave. La vittima, di cui ancora non sono state rese note le generalità, è un membro dell’equipaggio della “Vision of the seas”. Non è chiaro se il marittimo abbia avuto un malore oppure sia caduto a causa di un incidente. L’unica certezza è che il marinaio stesse lavorando sulla murata della nave quando è precipitato per oltre dieci metri. Ecco perché sarà necessaria l’autopsia per capire le cause della morte.
La tragica scomparsa del marinaio arriva dopo l’incidente di ieri a bordo di una nave, la maltese Laguepe, in attesa di entrare nel porto di Livorno. Un marittimo di 58 anni di origine ucraina si è ferito in maniera grave a un piede mentre stava lavorando in sala macchine. Immediati i primi soccorsi da parte dei colleghi che, non riuscendo a fermare la preoccupante emorragia, hanno prontamente allertato la capitaneria di porto.