20 giugno 2019 – Si apre oggi la decima edizione del Festival del Lavoro, una manifestazione all’insegna dei valori e dell’internazionalità. “Il nostro è un viaggio intorno al globo – sottolinea la Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marina Calderone – per la conoscenza non solo dei tanti temi oggi strategici per la crescita del Paese e dell’Europa, ma anche perchè guarderemo oltre i confini europei, alle buone prassi che possiamo ritrovare in luoghi molto lontani, ma che ci sono vicini perché si identificano nel modello italiano”. E sarà proprio Marina Calderone, insieme al Direttore Comunicazione del Festival, Ignazio Marino, ad aprire oggi pomeriggio il Festival introducendo il Ministro del Lavoro, Luigi Di Maio.
Saranno giornate di formazione ed informazione incentrata sulle trasformazioni del mondo del lavoro e l’impatto dell’intelligenza artificiale, la tutela dei diritti della persona, il valore della legalità nel mondo del lavoro, la libertà d’informazione, i nuovi fabbisogni formativi delle PMI, la necessità di ridurre il cuneo fiscale e tornare ad assumere. Numerosi i protagonisti della politica, dell’economia, del giornalismo ed i rappresentanti del mondo sindacale , delle professioni e della società civile che prenderanno parte alla manifestazione.
Fra le personalità illustri che parteciperanno ai lavori,  il Premio Nobel per la pace, Shirin Ebadi. Una scelta voluta per affermare il valore del lavoro etico in tutte le sue forme. “Parlare solo di lavoro, o parlare esclusivamente di temi tecnici, vuol dire non cogliere quelle che sono le grandi sfide odierne della società. Invece bisogna anche pensare che, in un mondo così complesso, in cui parliamo di innovazione, di blockchain, di tutte le nuove strategie per il lavoro 4.0, c’è ancora chi si vede negato il diritto, per esempio, ad esercitare la propria professione liberamente”, conclude Marina Calderone.

Visita il sito del Festival per scoprire tutte le iniziative proposte