L’inaccettabile bilancio di infortuni nei giorni di festa

27 dicembre 2022 – Schiacciato da un compattatore questa mattina presto in un’azienda di Bollate, nel Milanese. Oggi la cronaca riporta, in sordina, la morte di un operaio egiziano di 52 anni sancita dentro il macchinario destinato a comprimere le vetture destinate al riciclaggio del metallo. Inutili i tentativi di soccorso giunti sul posto.
Il sangue del lavoratore si aggiunge alla tragica scia che ha segnato, sempre in secondo piano nella cronaca del nostro Paese, questi giorni di festa. 
Il 23 dicembre un operaio 60enne ha perso la vita a Piedimulera (Verbano-Cusio-Ossola) mentre stava intervenendo sulla rete della fibra ottica lungo la strada nella quale è stato travolto da una vettura finita contro un muro. Rianimato sul posto, il lavoratore è stato trasportato in codice rosso all’ospedale dove è spirato poco dopo. L’autista potrebbe essere stato colpito da un colpo di sonno. L’uomo lascia un figlio e la compagna.
Nel pomeriggio della Vigilia di Natale un operaio di 66 anni, Kujtim Aliraj, è morto a seguito di una caduta da un’impalcatura a Malcesine (Verona). La vittima, di origini albanesi, è rovinata da un’altezza di 3 metri davanti al figlio, anche lui dipendente nella stessa impresa edile. Il pubblico ministero di turno ha disposto che il corpo del lavoratore deceduto rimanga a disposizione dell’autorità giudiziaria alle camere mortuarie dell’ospedale di Verona Borgo Trento.
Il giorno di Natale Rosario Gioacchino Savaia, di 57 anni, ha perso la vita a Licata in un incidente sul lavoro verificatosi nel fienile dell’azienda agricola intestata alla madre dopo essere stato travolto da una balla di fieno di circa 400kg. Una volta arrivato al pronto soccorso, i medici non hanno potuto far altro che costatarne il decesso. 
A questo drammatico bilancio si aggiunge il grave infortunio occorso il 23 dicembre scorso ad un operaio di 56 anni, che riversa in gravi condizioni all’ospedale di Varese. Il lavoratore è precipitato nel vano di un montacarichi all’interno di un’azienda di Saronno (Varese). L’esatta dinamica dell’infortunio è al vaglio dei carabinieri e dei tecnici ATS.