Lavoro, tre morti da venerdì a oggi di cui due a Brescia

15 luglio ’19. Un operaio è morto questa mattina all’interno dello stabilimento del Centro siderurgico bresciano, a Brescia. La vittima sarebbe stata schiacciata da una bobina di materiale metallico. Con lui c’era un collega che ha assistito impotente alla scena. Solo venerdì scorso sempre nel bresciano, a Berzo Inferiore in Vallecamonica, un operaio di 58 anni era morto sul lavoro a tre mesi dalla pensione. Il tragico episodio è avvenuto all’interno delle Ferriere Bellicini. L’uomo stava lavorando ad un macchinario quando sarebbe stato schiacciato da alcuni rulli. Per lui non c’è stato niente da fare.

Infine, sempre oggi, c’è stato un incidente mortale a Cava D’Aliga, frazione balneare di Scicli, in provincia di Ragusa. Questa notte Martina Aprile, 25 anni e mamma di un bimbo di 5, è stata falciata da un’auto poco dopo la fine del turno di lavoro presso un ristorante della zona. Stava, insieme ad un collega, conferendo la spazzatura del ristorante dove lavorava nel cassonetto. L’autista è stato fermato ed è stato trovato sotto l’effetto di sostanze stupefacenti: positivo a cocaina e metadone. Ferito non gravemente il collega che era con lei.