Lavoro, altre tre vittime nel bilancio del 22 luglio

Roma, 23 luglio 2021 – Un operaio di 54 anni di una ditta che si occupa della raccolta rifiuti nella città di Vieste è morto ieri. Secondo quanto accertato dagli investigatori  l’uomo sarebbe caduto dal mezzo in movimento, durante le operazioni di svuotamento dei bidoni dei rifiuti. La vittima, soccorsa da un collega che era sul posto, è stata trasportata, con il 118 all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Il 54enne è morto poco dopo per le gravi ferite riportate alla testa.
Altro incidente mortale sempre ieri, in Campania. In un campo agricolo alla periferia di Caivano, in provincia di Napoli, un 52enne residente a Frattaminore, Crescenzo Paribello, è deceduto dopo essere stato travolto da una serra; probabilmente la struttura ha ceduto dopo essere stata colpita dal trattore che l’uomo stava guidando mentre era al lavoro.
Infine, proprio all’indomani della manifestazione di Cgil, Cisl e Uil Veneto, che ha visto in piazza il 20 luglio a Vicenza più di mille lavoratori e lavoratrici per chiedere più sicurezza nei luoghi di lavoro, ieri la notizia di un ennesimo incidente mortale.  La vittima è un giovane di soli 22 anni, che lavorava all’interno delle Fornaci Grigolin di Ponte della Priula, a Susegana nel Trevigiano.